14 Set 2010

5 modi come non impazzire quando sei senza il lavoro o della vita di una straniera in Italia

Scritto da handmadeart

Ciao tutti,

Da ieri sera ci penso cosa dirrei della mia vita se dovrei raccontare come la sto passando qua in Italia. Ovviamente i miei amici in Slovacchia me lo domandano spesso e volentieri, ma quando non hai tanta voglia di parlare – rispondo con una risposta gentile tipo – si, si, tutto bene.

Mi ricordo come se fossi ieri il giorno quando la Slovacchia e entrata nella Unione Europea e mi ricordo tutte le speranze che sentivamo in quelli momenti. Speranza di un nuovo inizio, di una nuova e bellissima opportunitá per noi tutti, per imparare, per condividere, per viaggiare e per realizzare i nostri sogni. Adesso, dopo 6 anni ho una strana sensazione che non é cambiato tanto. Per la maggior parte dell´Europa (come si dice – quella piu sviluppata) siamo sempre i stessi, sconosciuti e da maggior parte dei casi – guardati con un occhio strano.

Noi stranieri arriviamo sempre con un peso, un peso di dover assimilarsi, di lasciare le proprie patrie per cercare la felicitá a qualche altra parte. Sono sempre decisioni che ti cambiano la vita, sia nel modo positivo come negativo. Grazie a questa esperienza ho finalmente imparato di cucinare :-) , sto migliarando il mio italiano, ho visto tantissimi belli posti di questo paese meraviglioso e ho quasi dimenticato quanto e bella la mia terra, i sapori che amavo cosi tanto, i sorisi di miei amici, la birra migliore del mondo, ho lasciato il mio lavoro sperando che qua me ne trovo un altro, ho rifletutto su dei miei sogni, ho pianto tanto e ho passato tanti momenti di gioia ma anche di tristezza. Tutto questo posso mettere sulla valiggia con scritto “viaggio Italia”

Oggi, quando apro questa mia valiggia, mi viene la voglia di riflettere di accaduto e forse darvi un po di qualche idea come non impazzire se siete a casa come io, per ora senza lavoro. Come sopravivere una situazione di delusione, di segregazione e di voglia di lavorare, di un sucesso profesionale.

Allora, tanti libri parlano di cio – come avere sucesso, come ottenere  il lavoro che desideri, come gestire le situazioni di tensione psichologica quando uno non ha un lavoro. Questa mia riflessione non puo sicuramente fare la conccorenza per i libri del genere, ma sarebbe una testiomonianza personale come sto passando questo periodo, come sto cercando un lavoro e come cerco di non impazzire in tutto cio.

Sto cercando il lavoro in Italia da 4 mesi, éd il problema principale é che mi manca la residenza italiana. Quindi, devo escludere le offerte di lavoro che vanno tramite l´agenzie di lavoro e posso cercarlo solo direttamente nei dattori di lavoro. Dato che in Slovacchia ho lavorato per una compagnia internazionale che lavora anche qua in Italia, ho fatto la domanda, sono stata approvata – ma purtroppo, per la mancanza di residenza – non sono arrivata a punto di firmare il contratto. Questo scenario si é ripetuto un po di volte, e mi vi posso assicurare che stavo andare fuori di testa. 

1. La mia ricetta per sopravivere era l´arte. Ho iniziato cercare l´inspirazione in internet, cercando i metodi d´arte meno costosi, che si possono fare senza aver bisogno di costose materie, utilizzando rifiuti – bottigliette di plastica, le scattoline delle uova, bottiglie di vino e cartone dei pacchetti di pasta, dei mobili ect. Indipendentemente se sei o non sei un grande artista, lasciati andare, esprimi tutti i tuoi sentimenti sulla carta o qualsiasi altro materiale. Questa tua attivitá ti aiuta per un attimo uscire dal tuo mondo dove ogni tanto ti puoi sentire inutile e vedere anche le tue capacitá e cosi ti tieni sempre in altezza, senza cadere nella depresione.

2.  Altra cosa che mi sta aiutando tantissimo é la preghiera. Non specifico che tipo di preghiera é, che religione ect. perché non importa questo - l´importante é avere un attivitá spirituale, perché il Dio in generale – é la fonte migliore di consolazione e forza per andare avanti. 

3. Non da tanto fa – ho iniziato svegliarmi presto e ogni mattina vado a correre, cosi la mia giornata inizia con l´attivitá fisica e mi fa una sveglia perfetta. L´attivitá fisica si puo combinare anche con le passeggiate in cittá. Anche se per italiani e molto difficile andare in cittá e non fare lo shopping…si puo fare e puo essere anche divertente. Ti da un´opportunitá di essere in mezzo della gente e non rimani chiuso in casa.

4.  L´internet e una cosa meravigliosa – sia per cercarti un lavoro, ma anche perché ti da una belissima oppurtunitá per esprimerti, per scrivere forse il tuo blog delle cose che sai fare bene – forse nel ambito dove cerchi il lavoro, puoi intanto che stai cercando un lavoro, farti un blog con dove dai i consigli dal tuo ambito profesionale o dal ambito d´interesse.  Oltre che ti offre l´occassione dei vari siti dove puoi grattuitamente imparare le lingue o ottenere qualche altre conoscenze che ti possono servire nel processo di selezione per il lavoro.

5.  Leggi, leggi, leggi…leggere davvero e il cibo della mente, per il tuo cervello offre l´esercizio intelettuale e ti tiene sempre in forma mentale molto buona, cosi come ti puo aiutare cambiare il classico modo di cucinare, di fare i mestieri o di lavare la macchina. Se hai un mezzo di trasporto (macchina o motorino) cerca di cambiare sempre la strada – questo piccolo cambiamento aiuta tenerti mentalmente in forma, perché facendo anche un piccolo cambio di fare una cosa ripetuta mille volte, il tuo cervello fa un sforzo  intelettuale.

Questi 5 modi parlano in breve di principi piu importanti come non farsi prendere dai momenti difficili nella vita e cercare sempre trovare il modo come farsi forza ed andare avvanti.

Se per caso, avete qualche esperienza dal capo ” sono disoccupato” fattemi sapere…aspetto con curiositá le vostre esperienze con il vostro combatimento.

Un saluto dolce a tutti.

Anika

Sottoscrivi Commenti

2 Commenti to “5 modi come non impazzire quando sei senza il lavoro o della vita di una straniera in Italia”

  1. Sono stato a Bratislava..per cui posso capire i sogni che tu hai coltivato nel cercare nuove esperienze in altri paesi europei. Io credo nell’integrazione..nelle società cosmopolite, nelle sinergie che producono nuove idee e nuovi stimoli per coloro che come noi , cittadini di un occidente decandente , stiamo precipitando in un baratro senza ritorno. Paradossalmente i nuovi europei , possono salvarci , possono aiutare senza dover essere necessariamente sfruttati. La sofferanza genera spesso violenza ma piu’ frequentemente la sensibilità di cui anche in Italia abbiamo perso traccia. Ti auguro ogni fortuna…mi auguro che dalle lacrime che hai versato possano nascere fiori di speranza per una vita migliore a cui anche tu hai diritto….per il semplice fatto …di essere oltre che slovacca….cittadina del mondo e quindi umana. Un cordiale saluto e un grosso in bocca al lupo.

     

    graziano

  2. Gentile Graziano,
    prima cosa ti ringrazio per auguri e per la tua opinione. Anche io sono convinta nella forza dell´integrazione e nella capacitá dei diversi popoli di scambiarsi a vicende le proprio qualitá e capacitá per il bene per il proprio paese e mondo in generale. Sopratutto in questa “nuova” Europa che si sta formando grazie a UE, che ci spinge a far crescere la mobilitá lavorativa, mobilitá delle idee, mobilitá dei merci e tutto cio che possiamo immaginare. In giorno d´oggi, ormai credo che si é formata una forte tendenza d´immigrazione in tutta l´Europa, che l´unica cosa che si puo fare – e prenderla (come dici anche tu) come una grande possibilitá per crescita, per miglioramento ed un modo come anche Italia puo imparare le cose nuove ed arrichire lo stato in generale. Credo che noi stranieri abbiamo tanto da darvi, dipende da voi come la prendete. Noi siamo qui per farlo, per darvi il meglio che abbiamo sperando che a voi interesasse. Ovviamente siamo noi, che dobbiamo cercare in ogni modo di darsi da fare e darsi la forza per non mollare e non smettere mai di sognare – ed io specialmente non sono una che molla facilmente:-) e sognare é il mio preferito:-) Quindi, un grosso saluto, grazie ancora e auguro una bella giornata. :-)

     

    creativityonline